Genova
Siena
Trieste

GIOCAntartide ti permetterà di imparare giocando e scoprire il continente

App, sviluppata per il Museo Nazionale dell’Antartide – Sezione di Trieste dalla Divulgando S.r.l


Climate in Antarctica from Sediments and Tectonics

CLAST è una applicazione per iPad didattica e interattiva, sviluppata per spiegare argomenti di Geologia e Scienze della Terra.


 

Darwin - L'origine delle specie
Darwin - L'origine delle specie
Darwin - L'origine delle specie
Flexhibit

Far lavorare gli studenti come se fossero dei piccoli scienziati che organizzano una mostra sulle scienze polari.


 

Data: 
04/04/2013

Primi risultati delle indagini biologiche sulle acque del lago subglaciale Vostok. Dopo le recenti segnalazioni di forme di vita nel lago subglaciale Whillans, piccolo e assai poco profondo, anche nel lago subglaciale Vostok, il più grande dei laghi subglaciali scoperti in Antartide, sepolto sotto uno spessore di ghiaccio di quasi 4 chilometri e isolato dalla superficie da centinaia di migliaia di anni, sarebbero state ritrovate forme di vita. In un recente comunicato stampa i ricercatori russi Valery Lukin e Sergey Bulat hanno infatti segnalato la presenza di batteri finora sconosciuti sulla Terra. Sulla validità di questa segnalazione si è acceso un ampio dibattito. Riportiamo l'opinione di uno specialista.

Sono state effettuate due campagne di recupero campioni dal lago Vostok nel febbraio 2012 e nell'inverno 2012/13. La prima serie di campioni erano stati ottenuti da acqua del lago risalita nel tubo di carotaggio e congelata. Questa prima serie di campioni era stata, a causa del meccanismo di campionamento, contaminata dal liquido di perforazione della sonda. Per ottenere campioni puliti è stata effettuata una seconda campionatura. Questa seconda serie di campioni è stata ottenuta con successo e il loro arrivo nei laboratori di ricerca è prevista per il mese di maggio 2013. Per l'identificazione e la caratterizzazione delle forme di vita nel lago di Vostok è stato scelto di analizzare la sequenza del RNA ribosomiale. L'analisi della sequenza del gene del RNA ribosomiale, se abbastanza estesa in dimensione, permette di pervenire all'identificazione tassonomica dell'organismo analizzato, sia esso un batterio o una cellula eucariotica. Questa indagine è denominata analisi del microbioma, in quanto premette di dare un nome ad ogni organismo in un campione. I dati ottenuti dalla prima serie di campioni del lago Vostok hanno mostrato tracce di molti organismi, la maggior parte dovute a contaminanti provenienti dal liquido di carotaggio. Dopo scrematura dei dati, i risultati mostrano la presenza di RNA ribosomiale di 7 diversi tipi di batteri appartenenti probabilmente allo stesso filogruppo. Come filogruppo si intende la prima diramazione dall'albero filogenetico della vita cellulare. Attualmente i dati non sono idonei per un'assegnazione definitiva a un phylum batterico, ma sembrano indicare un'appartenenza al finora poco caratterizzato filogruppo OD1. In conclusione sembra che i dati finora raccolti siano ancora troppo frammentari per un'identificazione certa della vita microbica nel lago Vostok e molta speranza viene posta sulla seconda serie di campioni sui quali verrà anche effettuata l'analisi del metagenoma per sequenziare il genoma completo di tutte le forme di vita presenti. I risultati di questa analisi non sono previsti prima della fine del 2013.

Marco R. Oggioni